13.6.2017
Con i nostri nuovi video le verdure non avranno più segreti: semplici da prepare, ottime da gustare. Seguitemi!!
https://www.facebook.com/100Orti/
IN QUESTO BLOG
“Attraverso la creazione dell’orto ci rendiamo conto di come noi stessi siamo parte della rete della vita”
Fritjof Capra
Da allora a oggi
5.12.2013

Sono passati già quattro anni da quando ho iniziato quest’attività; oggi gli orti occupano più di un ettaro, oltre al frutteto, con circa 80 varietà di frutti antichi. Abbiamo in tutto questo tempo imparato bene il mestiere, ma di imparare non finiamo mai e nemmeno di sperimentare; la cosa principale di questo lavoro è sapersi adattare e osservare, tanto, ciò che succede, perché non c’è stagione uguale ad un’altra. Ogni annata ha i suoi problemi e le sue soddisfazioni, il clima è sempre diverso e diversi sono ogni anno i parassiti. Talvolta capita che intere semine proprio non nascano o altre volte che le colture facciamo una stagione eccezionale. All’inizio mi pesava molto questo confronto con la natura, questa variabilità dove il tuo impegno potrebbe anche non essere premiato; sognavo spesso grandinate che mi portavano via tutti i raccolti; oggi un po’ sto imparando a conviverci e a prendere ciò che di buono viene. Perché coltivando tante varietà diverse, raccolti buoni a 100orti ne abbiamo sempre, solo che cambiano di anno in anno; l’anno scorso, ad esempio, abbiamo avuto cavolfiori pazzeschi, dai pesi imbarazzanti, quest’anno invece i finocchi sono stati sorprendenti e buonissimi. Ora siamo già concentrati sulla produzione dei legumi primaverili, piselli, fave e taccole, sperando che la prossima primavera sia meno piovosa e più generosa di quella passata.